Whisky a Go Go: la storia della musica live ad Hollywood

Il Whisky a Go Go è senza dubbio uno dei club di musica più famosi ed importanti al mondo. Ha dato il via a moltissimi artisti e band leggendari che si sono esibiti in questo locale durante i primi anni 60′ ad Hollywood, il cuore della musica e della cultura Hippie di quegli anni.

Lo scorso anno ho letto il libro di Barry Miles intitolato Frank Zappa. La vita e la musica di un uomo <<Absolutely Free>>, che parla appunto della vita di Frank Zappa, uno degli artisti più influenti della storia della musica.

Era un personaggio incredibile: mi ha colpito molto la sua determinazione e vocazione per la musica, in qualsiasi forma e sfumatura. Il libro fa capire in moltissime situazioni quanto fosse vitale per lui produrre nuova musica. Ha messo da parte amici, rapporti personali, famiglia solamente per dedicarsi alle sue composizioni, in modo totale e compulsivo.

A Giugno ho viaggiato nelle città più importanti della California. Prima di partire, nei mesi precedenti, ho riletto alcuni capitoli di questo libro con l’obiettivo di annotarmi tutti i posti più importanti citati nel testo in cui avesse vissuto o che avessero avuto a che fare con il cantante di Baltimora; Los Angeles e Hollywood in particolare, dove l’artista ha prodotto la maggior parte della sua musica.

Uno dei luoghi che mi ero annotato era il Whisky a Go Go a West Hollywood, al numero 8901 di Sunset Boulevard, anche chiamato Whiskey (come si può vedere dall’insegna all’ingresso). E’ l’unico in cui sono riuscito ad andare per scattare qualche foto.

Il nome di questo locale è di origine francese e deriva dalla discoteca Le Whisky à Go Go, nata a Parigi nel 1947. I numerosi marinai americani che la frequentarono rimasero così colpiti che, una volta rientrati in patria, decisero di aprire lo stesso club in California, che divenne popolare a partire dagli anni cinquanta.

Come recita l’insegna, a partire dagli anni sessanta sono stati tantissimi gli artisti e le band che hanno suonato in questo club agli albori del loro successo. Nomi come The Doors, Buffalo Springfield, The Kinks, Jimi Hendrix, The Who, Cream.

Negli anni successivi, altre band importantissime hanno portato avanti la leggenda del club holliwoodiano: System of a Down, Linkin Park, Guns n’ Roses e tantissimi altri. Anche alcuni artisti italiani hanno suonato al Whiskey tra cui PFM, Caparezza e Ligabue. Nel 2014 gli Aerosmith sono tornati ad esibirsi live suonando anche due brani con il chitarrista Slash, qui sotto tutta l’esibizione.

Alcune note importanti prima di andare al Whiskey

Luogo, Atmosfera e Mood: cerca di andarci in occasione di un live, ovviamente. Il palco è piccolo, è il posto perfetto per vivere la musica live al 100%. Sei in un posto pieno di storia, la senti, senti la pressione, senti l’emozione. Se ami la musica e sei da quelle parti, non puoi, non puoi non andarci!

Effetto WOW: cazzo, sei nel locale dove hanno iniziato a suonare i The Doors, non penso ci possa essere cosa più WOW di questa!

Costo drink: non ricordo, ma non vuol dire poco!

Costo ingresso: dipende dal live.

Errore da non fare: non portare con te amici noiosi che non apprezzano l’importanza del luogo in cui ti trovi e la musica live, soprattutto non portarci amici che non amano il ROCK N ROLL!

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti