Top 5 tormentoni estivi più fastidiosi di sempre

A più di un mese di distanza dal solstizio più caldo, l’estate 2020 tormentata da piogge, temperature sotto la media e, ah già, una pandemia globale senza precedenti può finalmente considerarsi iniziata. Ma l’afoso caldo del nostro bel paese non porta con sé soltanto abbronzature a mezzamanica e nuovi gusti mai prima immaginati nella gelateria locale.

Ecco i tormentoni estivi più fastidiosi di sempre.

5 – PSY, Gangnam Style

Come può un brano da 3 miliardi di visualizzazioni YT essere uno dei tormentoni estivi più fastidiosi di sempre? Aiuto. Da dove cominciamo.

Può bastare il fatto che il singolone del 2012 del rapper sudcoreano PSY pare una supercazzola da meme, come quella del lontano cugino PIKOTARO? Senza dimenticare le incessanti riproduzioni tra radio, televisione e internet, un accanimento ai limiti della denuncia all’Amnesty International. Ecco come.

 

4 – Don Omar, Danza Kuduro

Non ce ne vogliate voi amanti della reggaeton e delle esotiche melodie sudamericane, ma tutto questo è colpa vostra. Vittima delle pessime playlist da Ferragosto quel Don Omar che ci ha stracciato il kuduro nel 2010, uno tra i tanti colpevoli nelle ultime infinite estati a tinte spagnoleggianti, ora sul banco degli imputati in attesa della massima pena.

Nemmeno un featuring con Pitbull lo salverà. Anzi.

 

3 – DJ BoBo, CHIHUAHUA

La prima volta è stata coinvolgente. La seconda simpatica. La terza fastidiosa. La quarta aveva già rotto il cazzo. E il vero problema sono tutte quelle che sono venute dopo.

 

2 – Las Ketchup, Aserejé

Danze convulse e coreografie dalla dubbia decenza sono ben rappresentate in questa lista. E così dal fenomeno Macarena degli anni ’90 si passa direttamente alle sorelle Muñoz col singolo Aserejé, nome perfetto per un tormentone estivo dal ritornello senza senso o in alternativa per ingannare il controllore del tram in un film di Aldo, Giovanni e Giacomo.

 

1 – Radio Globo, Il Pulcino Pio

A metà tra Gioca Jouer, Alla fiera dell’est e un dito nell’occhio, questa apparentemente innocua canzone per bambini ha traumatizzato l’estate del 2012 sconvolgendola per sempre e dando nuovi spunti di legittimità alle parole dei Maya.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti