fbpx

Tanto entusiasmo per la Prima Volta di Saera con Sbaglio Dischi

Il 20 aprile è uscito il singolo d’esordio di Saera, giovane artista della family di Sbaglio Dischi, e la sua Prima Volta è di quelle che si ricordano per sempre.

L’esordio di Saera arriva in punta di piedi ma ha la verve giusta, proprio come il brano, che dolcemente entra in cuffia e non esce dalla testa.

La Storia

Prima Volta è un brano d’amore, che parla di storie andate nate un po’ per caso, nella normalità così diversa che soltanto l’estate coi suoi colori è in grado di creare. In queste atmosfere, diffidenza e indifferenza acquisiscono un altro volto, e proprio di queste modifiche involontarie e naturali canta Saera nel suo esordio.

Saera ha un’attitudine diversa dalla maggior parte degli artisti di cui mi sono trovato a raccontarvi. Lei ha il suo mondo sonoro e il suo orecchio molto ben definito, e Prima Volta ne è quasi un manifesto. Non è indie, non è itpop, ma soul – o nu-soul, meglio – profondamente legato alla nuova leva di talenti di cui probabilmente Venerus a oggi è il maggiore esponente dello Stivale.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da saera (@___saera)

Melodica

Il suono allora è morbido, ma non per questo privo di personalità, anzi: il lavoro di Winniedeputa alla produzione (magari lo avete già sentito con Ariete o con gli Psicologi) è quasi sartoriale, opera delicata e precisa, attenta nel valorizzare una voce senza mai farla perdere nella densità del suono.

Perché Saera?

Perché ha voce, gusto e tanta voglia di raccontare. E anche dal vivo ci aveva già conquistati.

L’artista

Sara Errante Parrino è un’artista romana del ’97. Cresciuta nel quartiere di Rebibbia, alla fine degli studi liceali decide di rendere la sua passione qualcosa di ancor più importante, cominciando studi professionali di canto. Nel 2021 arriva l’esordio per Sbaglio Dischi, e questa è solo la Prima Volta.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

I più letti