Sala Revolver: il centro del rock and roll a Murcia

Contestualizziamo: sei a Murcia, capitale della comunità autonoma di Murcia, 7° città spagnola per popolazione. Città universitaria, ricca di vita, soprattutto durante la stagione scolastica. Esci la sera, vuoi sentire e vivere del rock. Ecco, dovresti andare alla Sala Revolver.

Lo so, in questa rubrica ci piace parecchio girovagare per la Francia e per la Spagna. Sarà che sia io che la nostra blogger giramondo Caterina abbiamo trascorso, per motivi completamente diversi, parecchio tempo in questi due stati europei. A nostra discolpa, dobbiamo riconoscere che spagnoli e francesi ci sanno fare, o almeno da ciò che ricordo della mia serata alla Sala Revolver a Murcia.

Spagna: amo, non amo, amo, non amo… amo!

Chi mi conosce sa bene che non sono un perfetto ed accanito fan della Spagna, nonostante sia stato in giro nelle diverse comunità spagnole. È dura ammetterlo ma, dopo gli ultimi due anni, il mio punto di vista è leggermente cambiato.

La Spagna mi ha dato tanto in questi anni. Ricordo la prima volta, quando ho trascorso una settimana a Barcellona con Mala ed il Manna in giro per le vie della capitale catalana, con un bicchierino di tequila in mano ad ogni serata. 5 anni dopo mi sono ritrovato in un torrido luglio a girovagare con il mio socio nelle vie dell’affascinante città di Murcia, dove da sei mesi stava svolgendo il suo Erasmus.

La promessa

Nei mesi precedenti al mio arrivo, Fede non faceva altro che parlarmi dei fantastici posti rock in cui passava le sue serate Erasmus. Gli avevo fatto una promessa: sarei assolutamente andato a trovarlo per godermi insieme a lui questi incredibili luoghi di musica su cui discutevamo a distanza ogni giorno.

Erano anche i primi mesi di vita del nostro progetto Radio RoMarti: avevamo all’epoca soltanto la pagina Facebook dove condividevamo la nostra musica preferita con i nostri pochi ma significativi followers.

Mantenni la promessa e andai a Murcia in extremis, ad inizio luglio del 2017, rientrando poi in Italia insieme a lui. Insomma, ero andato a riprendermelo con le forze, altrimenti non so se sarebbe mai rientrato… infatti! Non contò molto.

Una serata rock alla Sala Revolver

L’ultima sera siamo finalmente riusciti ad andare alla Sala Revolver a Murcia. Premetto che, essendo una città MOLTO universitaria, in quel periodo di luglio la maggior parte dei locali erano chiusi e quasi tutti gli studenti avevano già lasciato la città.

Poco importa, quella sera è stata incredibile. Fortunatamente il locale era aperto ed era pieno, strapieno. Sfortunatamente, invece, quella sera non c’era nessuno spettacolo live, ma soltanto, e non è poco, un dj set di SOLA musica rock.

Il locale in sé è abbastanza grande, è una sorta di disco-pub dove al centro è presente il bancone a forma quadrata. Potendo ordinare da ogni lato, nonostante la folla, il servizio è molto rapido ed efficiente.

Ovviamente è presente un palco per i live e i classici tavolini da pub che circondano il bancone. Dove è collocato il palco è presente una pista da ballo per scatenarsi sia durante i live sia durante le serate con dj set.

La musica. Wow. La musica. Dai Nirvana agli AC/DC, passando per i Foo Fighters, i Rolling Stone e tantissime altre band leggendarie. Anche molto rock ispanico, come gli Extremoduro, band su cui Fede ha scritto un articolo tempo fa per RRM.

Per concludere, il locale presenta una sala fumatori molto particolare, il cui design ricorda una location di nicchia: luci offuscate ed un tocco “giunglesco” dato da qualche liana sparsa qua e là, il tutto accompagnato da un aroma intenso diversamente legale.

Qui sotto le uniche foto della serata. Diciamo che fotografare il locale non è stata l’attività principale di quella sera.

Alcune note importanti per la Sala Revolver

Luogo, Atmosfera e Mood: sarà la notte calda di luglio, sarà la musica, rock al 100%, saranno le numerose birre, ma quella alla Sala Revolver a Murcia è stata una serata memorabile. Una di quelle che ricordi, ti segna, ti riscalda quando ci pensi. Mood assolutamente wild and free. Non devi avere pretese, solo godere della compagnia degli amici e lasciarti andare.

Costo drink: la cerveza costava poco, molto poco. La frase più ricorrente della serata era stata: “Dos quintos de cerveza por favor, para mí y para mi amigo.” Una delle poche espressioni della lingua spagnola che ho imparato in una settimana. Le altre meglio non dirle.

Costo ingresso: free-entry.

Tutti gli eventi di Novembre 2019

 

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti