Panorami psichedelici e performance futuriste nel nuovo album di Myss Keta, Il cielo non è un limite

Anticipato dai singoli Giovanna Hardcore e Due, Il cielo non è un limite è il nuovo ep di Myss Keta, in uscita, solo in digitale, dal 13 novembre. Sette tracce dalle sonorità sperimentali con un unico concept sviluppato dalla Regina di Porta Venezia durante il lockdown: il cielo non ha un limite, il cielo non è un limite.

LIMITLESS

Ed è proprio dalla vetta del grattacielo di Torre Galfa, una delle opere urban più pionieristiche di Milano, che Myss Keta ci racconta, in un’esclusiva conferenza stampa, il suo album Il cielo non è un limite. Seguendo il filo conduttore di Carpaccio Ghiacciato, uscito nel 2017, in cui l’acqua e il mondo marittimo erano al centro della scena, Keta riparte dall’elemento archetipico vitale per la nostra esistenza: l’aria. Come spiega l’artista, questa tensione umana verso l’infinito non è altro che desiderio di liberazione attraverso una totale immersione nei propri mondi interiori. Un’idea che si ispira a echi letterari ballardiani – croenberghiani, in cui eroi ed eroine si spingono all’estremo di ciò in cui credono per liberarsi.

Myss Keta, infatti, si erge come un’eroina futurista che plana sulle città, scorgendo i peccati dell’epoca post moderna digitalizzata e raccontandoci con la sua voce i difetti di un’era sintetica. La vocalità viene teatralizzata ed estremizzata a favore del messaggio, divenendo così un atto performativo in cui il contenuto è più importante del contenitore. Proprio per superare il concetto di limite, Keta canta in inglese, tedesco e anche greco antico, metafora di una babilonia contemporanea in cui la lente dei social appanna la comprensione inter personale.

Myss Keta però, non si accontenta di essere soltanto un’eroina ma, nel suo universo personale, disegna e immagina una doppleganger per ogni traccia, andando a delineare molteplici personalità messe a servizio dell’unica e originale Keta.

MEDIOEVO DIGITALE
DUE
Questo non lo puoi comprare due volte
Non te lo puoi permettere
Ne voglio due sì tu ne vuoi due?
Già
Ne vuole due  

Due è una canzone satura, raddoppiata, sguaiata. Il beat jungle e la voce ipnotica di Keta ci trascinano nel vortice di una centrifuga, metafora dell’entropia totale in cui viviamo. Un mondo in cui comprare, spendere e consumare si ripetono, con la costante sensazione di non potere placare la nevrosi da sovra stimolazione.

PHOTOSHOCK
Sono pronta per il close up
alla postazione make up
voglio solo un po’ di glow ma
tutto ciò mi photoshock-a
Photoshock è una danza moderna in cui osservatore e osservatore si incontrano e si scontrano su un set fotografico abbagliante. Le luci del flash sono colpi che infrangono la retina di una Myss Keta-modella di Instagram, pronta a tutto per diventare come le super star. 
Tracklist
1. IL CIELO NON È UN LIMITE PROD. RIVA
2. GIOVANNAHARDCORE PROD. RIVA
3. GMBH PROD. RIVA
4. RIDER BITCH PROD. RIVA, UNUSUAL MAGICCAMEO: LILLYMERAVIGLIA
5. PHOTOSHOCK PROD. RIVA
6. DIANA FEAT. PRIESTESS PROD.POPULOUS
7. DUE PROD. RIVA SAMPLE:TWO TIMES, ANN LEE  

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

I più letti