Moci carica col suo nuovo singolo: arriva Primo piano

Il nuovo singolo di Moci fra dream pop e cantautorato all’italiana. Primo piano è il nuovo itpop energico, ironico e ricercato.

Siete alla ricerca del pezzo da cantare a squarciagola in doccia, mentre vi insaponate i capelli? O magari di quello da urlare in motorino, d’estate, sul lungomare, con le infradito che rischiano di volar via? Primo piano di Moci è pronta per essere il vostro tormentone estivo, tutt’altro che banale, molto distante da quei suoni spagnoleggianti sempre uguali a sé stessi. Il giovane cantautore romano scava nelle proprie emozioni e mette in musica pensieri che non sempre andrebbero riferiti, mostrando a tutti i propri problemi, le proprie insicurezze.

Riflessivo

Fra i suoni marini che ci introducono nel brano e la chitarra quasi picchiata dalla mano comunque attenta del giovane Moci, Primo piano parla dello strano modo che abbiamo di vivere i rapporti amorosi, di come siano sempre una priorità… almeno finché non finiscono.

Quanto è importante rimettere sempre al centro le cose che contano, trovare di nuovo la quadratura del cerchio, dopo aver perso un equilibrio che si vuole sia sempre il più stabile possibile. Dolore, rifiuto, rassegnazione, superamento: Moci fa tutto in una volta, in quattro minuti, lasciando tutti di stucco.

Nelle acque profonde

Se lei non risponde

Io vado giù

L’intro del brano che sembra preannunciare cataclismi e distruzione (non letteralmente, eh), si risolve immediatamente in quell’energia che si sa tirare fuori nei momenti più inaspettati: ecco che la carica di Primo piano sconvolge totalmente il brano e le orecchio dell’ascoltatore, che non può far altro che perdersi fra le parole e le note di Moci.

Riferimenti

Fra suoni tipicamente indie rock e psichedelia, il cantante romano trova una cifra tutta sua, estremamente personale, singolare, anche se a tratti porta alla mente – magari nella voce, magari nell’attitudine – reminiscenze legate al patrimonio del nostro cantautorato (penso a Edoardo Bennato, ad esempio). È in questo rock’n’roll così pieno di colori differenti che Moci trova la via che lo porta, dopo il primo singolo (Pensieri Bellissimi), all’uscita del suo disco d’esordio.

L’artista

Moci, al secolo Marco Colagrande, è un cantautore romano classe ’97 già piuttosto addentro ai meccanismi della odierna scena romana, visto il suo continuo passaggio per i palchi dei club della Capitale, con presenza anche in contesti importanti (vedi il concerto di un anno fa all’Auditorium di Roma).

Primo piano è il secondo singolo di un progetto più ampio: i programmi, infatti, prevedono un disco nel prossimo inverno, prodotto dai ragazzi di Sbaglio Dischi in collaborazione con Carosello, e pronto ad entrare nei club e nelle orecchie di tutti.

Perché Moci

Una scelta per chi è stufo del solito pop, per chi non vuole musica che riflette sempre le stesse categorie, ma cerca emozione e sentimento, e un artista che metta in discussione sé stesso senza scendere a compromessi.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti