Les Grands Voisins di Parigi, molto più di un locale

grands-voisins-parigi

Les Grands Voisins è uno dei luoghi più caratteristici di Parigi, perfetto per una serata insolita, lontana dai clichés turistici della capitale francese.

Situato nel 14esimo arrondissement, Grands Voisins sorge sul sito dell’ex-ospedale St. Vincent de Paul, noto per avere la più vasta maternità di Parigi. Oggi accoglie circa duemila persone e propone alloggi, atelier per artisti, concerti e molteplici altri eventi. Più che un un locale o un centro sociale, Grands Voisins è come un vero e proprio quartiere, ben degno dell’interesse che la città di Parigi gli riserva.

La storia

Il progetto Grands Voisins prende vita a Parigi già nel 2012, in seguito alla progressiva chiusura dell’ospedale St. Vincent de Paul. Il sito viene inizialmente affidato all’associazione Aurore, che si occupa dell’accoglienza e integrazione di persone in difficoltà. Questa, in collaborazione con Yes We Camp e Plateau Urbain, partecipa alla creazione di trecento alloggi e altrettanti locali condivisi, dapprima destinati ai senza tetto e in seguito ad associazioni culturali e sociali. Sfruttando diverse competenze, le tre associazioni lavorano per un obiettivo comune: favorire gli incontri, l’integrazione e la diversità culturale.

Dal 2015 ad oggi, Grands Voisins ha conosciuto ben due “stagioni” di attività. Nel corso di questi cinque anni, moltissime persone hanno trovato un tetto e un lavoro onesto e oltre 250 artigiani, artisti, associazioni e start-up hanno potuto esercitare, in un luogo del tutto esclusivo.

Grands Voisins come luogo ricreativo e culturale

Con il tempo, Grands Voisins è diventato un vero e proprio luogo di interesse a cui la città di Parigi è molto affezionata. Una serata al Grands Voisins, soprattutto nei mesi più caldi, è a mio avviso un must per chi vuole conoscere la vera Parigi il tempo di un weekend. Al Grands Voisins, infatti, è possibile bere una birra, mangiare un boccone, godersi un concerto e addirittura ballare, in un contesto ben lontano dai clichés e dai prezzi esorbitanti dei quartieri più turistici.

Grands Voisins ospita ben tre bar-ristoranti, tra cui La Lingerie che, oltre ad offrire piccola ristorazione propone regolarmente concerti gratuiti, serate a tema, DJ set e molto altro.

View this post on Instagram

🌞 La Lingerie réouvre tranquillement 🌛

A post shared by Les Grands Voisins (@lesgrandsvoisins) on

Per gli aficionados della musica e dei concerti, un tipo di serata imperdibile è l’Apéro Fanfare, che ospita per tutta la sera diverse fanfare nei locali del Grands Voisins, e che ha riscosso un gran successo nelle precedenti stagioni del centro.

Oltre a bar, ristoranti e sale concerti, Grands Voisins offre anche atelier di arti plastiche, boutique di artigianato, alimentari bio… molteplici realtà ricche di diversità che fanno del Grands Voisins molto più di un semplice locale.

L’avvenire del Grands Voisins

Nonostante la sua splendida realtà, non bisogna dimenticare che il Grands Voisins non è nato né come locale né come centro culturale. Si tratta, infatti, di una installazione temporanea che entro il 2023 potrebbe definitivamente sparire da Parigi.

Il progetto originale, infatti, prevedeva la creazione di un eco-quartiere a Parigi sul sito dell’ex-ospedale St. Vincent de Paul. Paris & Métropole Aménagement (P&Ma) ha già iniziato una parte dei lavori nel 2015 e, secondo le attuali previsioni, tra circa tre anni il nuovo eco-quartiere potrebbe già vedere la luce.

Il progetto prevede 600 nuovi alloggi eco-sostenibili, scuole, palestre, commerci vari e persino un giardino di 4.000 m2 provvisto di orto. Il tutto nel rispetto e nella promozione della diversità sociale che dal 2015 fa parte del credo del Grands Voisins. 

Insomma, tra pochi anni il Grands Voisins diventerà una mini-città, ma in fondo è ciò che è sempre stato. Ciò che mi auguro è che mantenga il suo spirito comunitario, il suo aspetto innovativo e la sua diversità che fanno del Grands Voisins un luogo unico a Parigi. In tal caso il progetto non si fermerà, avrà semplicemente un volto e un nome diversi. Inoltre, non è detto che le installazioni temporanee conoscano realmente una fine: anche la Tour Eiffel inizialmente lo era! Che il Grands Voisins diventi un giorno il nuovo simbolo di Parigi? Nel caso sarebbe un simbolo perfetto, ben esplicativo della ricchezza culturale della capitale francese.

Il Grands Voisins ci mancherà, ma avete comunque tempo fino al 2023 per includerlo nella lista di luoghi da visitare in un weekend a Parigi. Sono certa che non ve ne pentirete. Altro che Champs Elysées!

Informazioni:

Orari di apertura: aperto tutti i giorni dalle 12 alle 23 (chiusura alle 20 la domenica) e il martedì fino alle 14:30. Chiuso il lunedì.

Dove si trova: al numero 74 di avenue Denfert-Rochereau, 75014 Parigi


 

 

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti