Gli artisti della metro parigina: una realtà musicale tutta da scoprire

Come ogni sabato, è ora di fare le valigie per continuare il nostro viaggio musicale. Oggi partiamo alla volta della magica ville lumière. Siete pronti?

In questa occasione, non vi porterò a conoscere i club e i locali più in voga della capitale francese. Per vivere appieno la vita musicale di Parigi bisogna, infatti, scendere nei suoi tunnel sotterranei: è lì che si concentrano i musiciens du métro, ovvero tutti quegli artisti della metro parigina che provano ad allietare l’atmosfera con la loro musica. Esibendosi con una grande varietà di strumenti (vedi foto), molti di loro danno prova di grande talento e non passano di certo inosservati. Se siete stanchi dei soliti bar e avete voglia di cambiare, le stazioni della metropolitana sono i luoghi ideali!

Artista della metro che suona la sega musicale

I casting della RATP

Forse alcuni di voi non sanno che tutti questi artisti hanno dovuto affrontare una dura selezione per poter essere lì. Da molto tempo, infatti, la società di trasporti della città di Parigi (RATP) sostiene cantanti e band emergenti dando loro la possibilità di suonare nelle stazioni della metropolitana. Così, due volte l’anno, in autunno e in primavera, hanno luogo i casting per scegliere chi andrà a tener compagnia ai viaggiatori nei sei mesi successivi.  In questo modo si offre non solo una forma di intrattenimento alle migliaia di persone che viaggiano in metro ogni giorno, ma anche un trampolino di lancio per i nuovi talenti.

Com’è nata questa comunità di artisti?

Il promotore di questa iniziativa fu un ex controllore della RATP, Antoine Naso, che, di fronte al numero crescente di performance musicali illecite nei corridoi o sui treni delle diverse linee, pensò che fosse necessario ufficializzare questa pratica. I due direttori della società di quel periodo appoggiarono la sua idea e nacque così, nel 1997, l’Espace Métro Accords. Questa struttura seleziona ogni anno circa 350 professionisti o semi-professionisti che entrano così a far parte della comunità di artisti della metro parigina. Lanciandosi in questo progetto, Antoine è riuscito a dare una svolta alla sua vita e a quella di molte altre persone. Pur non avendo una formazione musicale specifica, è riuscito infatti a diventare direttore artistico.

Dai corridoi della metro ai riflettori del palco

Tra i diversi artisti della metropolitana, quelli più fortunati e talentuosi sono riusciti a ottenere un grande successo a livello internazionale. Fra questi vale la pena citare Ben Harper e la francese Zaz che, in Italia e nel resto del mondo, è diventata popolare grazie alla canzone Je veux.

Ricapitolando:

Luogo, atmosfera, mood: l’atmosfera è piuttosto frenetica per via delle persone che corrono avanti e indietro. Ma la musica rende tutto più magico ed elettrizzante.

Costo drink: potete portarvi una bevanda da casa o acquistarla in un chiosco se vi trovate in una delle stazioni principali.

Costo ingresso: 1,90€ per il biglietto della metro. Potete eventualmente fare un’offerta all’artista o al gruppo che state ascoltando o comprarne l’album.

Errore da non fare: non fermatevi in mezzo al corridoio durante le ore di punta, potreste essere investiti dalla marea di gente che corre verso i treni in partenza.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti