Charlotte De Witte: Techno’s next-gen superstar

Elettrizzatevi. Ballate. Friday Techno Night è qui per questo. Oggi è il turno di Charlotte De Witte.

Ebbene sì, dopo una lunga pausa estiva eccoci di nuovo tutti qui a parlare di musica insieme.

Tantissime le novità, a partire dal giorno del nostro settimanale: dal sabato ci spostiamo al venerdì. Inoltre avrete modo di notare che l’impostazione della rubrica cambierà leggermente, cercherò di proporvi anche altro al di fuori del meraviglioso mondo della musica techno, spaziando fra diversi generi e/o eventi che riguarderanno però sempre il tema della musica elettronica.

Nonostante ciò, essendo noi di RRM un po’ nostalgici, oggi rimarremo sul genere musicale che ci ha condotti fino qua, la techno! Nello specifico andremo a parlare di una giovane e talentuosa artista belga: Charlotte De Witte.

Charlotte nasce il 21 Luglio 1992 a Gand, in Belgio appunto, ed inizia a produrre e pubblicare musica nel 2010 sotto lo pseudonimo maschile di “Raving George”. Come già detto in passato, nel mondo della musica elettronica la scalata verso il successo non è facile per artisti al femminile: purtroppo, nonostante i tempi, sono ancora tanti gli stereotipi ed i clichè che circondano le producer in rosa appartenenti a questo mondo.

La stessa Dj scrive il 28 Ottobre 2015 sul suo profilo Facebook: “Ho iniziato con il nome maschile di Raving George perchè non volevo che la gente mi catalogasse come donna, volevo mettere enfasi su ciò che per me contava di più: la musica…”. Continua scrivendo: “…So in che direzione sto andando, ma soprattutto so dove voglio arrivare. Così ho deciso di continuare questa avventura con il mio vero nome […] è tempo di smetterla di nascondersi. Questo è ciò che sono”.

Il cambio di pseudonimo si rivela una decisione giusta per l’artista che non fa altro che aumentare la sua notorietà nel tempo: Charlotte è quasi sempre presente infatti a numerosi festival techno internazionali quali Awakenings, Sonar, Dour Festival ed anche al Kappa Futur Festival di Torino, dove io stesso ho avuto la fortuna di ascoltarla dal vivo.

La scalata verso il successo sembra inarrestabile, fino a quando proprio il 16 Settembre 2019 vince il premio come miglior Dj techno ai Dj Awards. Proprio per celebrare questo suo importantissimo traguardo ho pensato di parlarvi di lei: la canzone che andremo ad ascoltare oggi è un suo remix letteralmente fenomenale.

Con ben 3 milioni e mezzo di ascolti su Spotify ecco a voi Space Raiders originariamente prodotta da “Eats Everithing” aka Daniel Pearce.

Approfitto dell’occasione per accennarvi anche di un’altra delle novità di quest’anno: sul nostro blog di Radio RoMarti potrete trovare alcune delle playlist create da noi ragazzi. Fra queste c’è anche quella da me creata, il nome è “Techno-Logic”: al suo interno potrete trovare tutti i miei brani preferiti, fra cui anche quello propostovi oggi.

Gli aggiornamenti avvengono continuamente, vi invito quindi a dare un’occhiata. Sono sicuro che riuscirete a trovare qualcosa di vostro gradimento.

Vi lascio con un saluto e auguro a tutti un buon weekend!

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti