Top 5 canzoni di cui tutti sbagliano il titolo

Errare è umano. Confondere il titolo di un brano per un altro è diabolico.

Ecco le canzoni di cui tutti sbagliano il titolo.

 

5 – The Clash, Train in Vain

La lista delle canzoni di cui tutti sbagliano il titolo si apre con un brano radio-friendly dei The Clash, che in questa occasione mettono da parte sia il loro iconico punk rock che la scelta più logica per il nome della traccia.

Per evitare infatti la ridondanza con la celebre Stand by Me di Ben E. King (si, proprio quella), la band di Joe Strummer ha optato per un titolo più defilato, rinunciando deliberatamente a qualsiasi possibile associazione ai romanzi di Stephen King.

 

4 – Buffalo Springfield, For What it’s Worth

Stringiamoci forte, vogliamoci tanto bene e restiamo nella pop culture americana per eccellenza con Forrest Gump, uno dei film che meglio rappresenta grandezza, contraddizioni e costumi USA.

Colonna sonora della pellicola? I Buffalo Springfield (campionati dai PE in un brano tutto NBA che potete trovare qui) con la loro immortale Stop, Children. Ah, no. Fermi tutti.

 

3 – 4 Non Blondes, What’s Up?

In un elegantissimo esercizio di fregata a trabocchetto, le 4 Non Blondes ingannano tutti col titolo della loro più grande hit: il nome del brano infatti finisce per non corrispondere al sempreverde verso gridato durante il ritornello (What’s Going On?) ma piuttosto al brand di un popolare social network di messaggistica.

 

2 – Bob Marley, Three Little Birds

Ci sono due tipi di persone al mondo: quelli che ammettono di aver confuso almeno una volta nella vita il titolo della celebre Three Little Birds del padre del reggae Bob Marley e quelli che invece mentono.

 

1 – The Who, Baba O’Riley

“Ma come rega, cioè. Mi state dicendo che la sigla di CSI New York che facevano sul sei non si chiama Teenage Wasteland? No dai ma che state a dire”.

Ebbene sì, scettico e ingenuo utente medio. Il successone dei The Who, prestato alla fortunata serie crime, deve infatti il suo titolo a due figure che ne hanno ispirato musica e testo: Meher Baba e Terry Riley.

“Ah boh, ok. Allora ti credo”.

 

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti