All Along the Watchtower – Jimi Hendrix

Album: Electric Ladyland (1968)

Quello che forse non tutti sanno è che questo fantastico pezzo, cambiato nella tonalità, è una cover di Bob Dylan, un artista che è sempre stato un riferimento costante nella vita musicale di Hendrix.

All along the watchtower è, dunque, un testo di Dylan e mostra, nei suoi versi, molti elementi che si prestano a diverse interpretazioni. Tutta la canzone, infatti, pare essere giocata in chiave allegorica e le diverse spiegazioni che ne scaturiscono hanno tutte ragion d’essere; il succo e il messaggio della canzone non cambia, rimane terribile e apocalittico: Dovrebbe esserci una via d’uscita / disse il giullare al ladro / qui c’è troppa confusione / non riesco a rilassarmi / i banchieri rubano il mio vino / i contadini arano la mia terra / Nessuno pareggiato alla linea / Nessuno ne vale la pena.

Si potrebbe ipotizzare in questi versi la volontà, tutta cristiana, di cercare una via d’uscita dalla confusione che regna nel mondo. Oppure, volendo tenere presente un altro piano di lettura, si potrebbe identificare il ladro e il giullare con lo stesso Dylan, e, di riflesso, anche con Hendrix: in chiave allegorica il brano sintetizzerebbe, quindi, il momento di crisi dell’artista che cerca una via d’uscita da una situazione, dove i “businnesmen” e i “plowmen” si arricchiscono col suo ingegno e la sua bravura cercando di controllare la sua vita, scavando dentro di lui.

Il finale della canzone è fantastico, con il ladro e il giullare che, definiti come due cavalieri (come anticipato sopra), cavalcano verso il loro destino, protesi verso il proprio ideale; la musica sottolinea il tutto in modo deciso con l’intensità degli assoli di Hendrix e l’incedere ritmico dell’intero brano.

Dunque, si tratta di un pezzo meraviglioso in cui la poesia di Dylan e la musica di Hendrix si sposano alla perfezione, completandosi a vicenda. A rendere ancor più intenso il messaggio di All Along The Watchtower ci pensano gli assoli, sia quelli di armonica di Dylan che quelli di chitarra di Hendrix, che rendono alla perfezione il senso drammatico ma allo stesso tempo vitale di una canzone interpretata magistralmente da due grandi artisti.

Non è un caso, infatti, che l’autorevole rivista Rolling Stone abbia posizionato la versione di Jimi Hendrixi di All along the watchtower al 48º posto della classifica delle 500 migliori canzoni della storia della musica, tributando, quindi, il giusto riconoscimento ad un brano meraviglioso musicalmente e denso di significato.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti