A lezione di Karate con Gemitaiz, Madman e Mahmood

Un mese fa è stato pubblicato il video di Karate, terza traccia dell’album Scatola Nera rilasciato per l’etichetta discografica Tanta Roba il 20 settembre 2019.

Esattamente il 5 dicembre 2019 i rapper Gemitaiz e Madman hanno pubblicato il video di Karate, singolo che vede la partecipazione nel ritornello di uno dei maggiori esponenti della musica italiana del momento: Mahmood (sì, intenzionalmente non voglio commentare il baffetto del nostro amico Mah).

Karate sin dai primi versi non lascia fraintendimenti: è un brano d’amore.

Metti quel vestito
Che sai che è del mio colore preferito
Poi la scarpa col tacco
Quella con la suola rossa, sì, che costa un sacco

Gemitaiz in Karate si espone subito, facendo capire all’ascoltatore che è perso per la sua donna. La vorrebbe vedere vestita di tutto punto con ai piedi delle Christian Louboutin.

Ye, ho il chiodo fisso
Sei la protagonista del nuovo disco (baby)

Come una musa ispiratrice questa donna apre la creatività di Gemitaiz permettendogli di scrivere il nuovo album (le siamo tutti riconoscenti donna misteriosa, finalmente un pezzo di Gem che non parla di cannette).

No, non sento più i commenti degli altri
Siamo meglio di Offset e Cardi

Lei fa dimenticare al nostro rapper tutti i commenti degli haters che hanno sempre affiancato la carriera dell’artista romano, tanto che quest’ultimo equipara la loro relazione a quella tra Offset e Cardi-B (coppia che negli Stati Uniti è stata bombardata dai commenti negativi, sia sui social che dalla stampa). Conclusa la sua strofa, Gemitaiz nel brano Karate lascia la parola al vincitore di Sanremo, dando così un’impronta soul al brano.

Più ci ripenso e mi sembra che
Questo non è amore ma karate

La parte di Mahmood, non parlando di amore perfetto ed incondizionato ma, contemplando invece anche le possibili incomprensioni all’interno di una coppia, va contro corrente rispetto alla strofa di Gem. Mahmood soffre una condizione che lo vede tra la felicità ed il malcontento, apostrofando la sua relazione d’amore come un incontro di Karate (una lotta tra due contendenti dove spesso, alla fine di tutto, uno soffre più dell’altro).

Concluso il primo ritornello di Mahmood, la palla passa a Madman che, come il suo socio, riprende invece a parlare dell’amore perfetto ed incondizionato per una donna.

Mi manchi forte ogni momento
Sì, baby, lo ammetto
Tipo che mi sveglio e ti cerco, non ci sei nel letto
Mi manchi che divento matto, che il tempo si ferma
Ed ogni minuto sembra un anno, sì, tipo Interstellar

Citando colossal cinematografici, Mad si espone come poche volte prima, annunciando al mondo che la sua vita in assenza della donna amata non è la stessa. I minuti trascorrono come ore e il senso di vuoto che lo colpisce lo fa andare fuori di testa.

In conclusione il brano personalmente lo trovo molto orecchiabile con un bel flow e sound (merito soprattutto del tocco soul dato da Mahmood) dal testo piuttosto banale e risentito troppe volte ma, almeno, questa volta Gemitaiz e Madman hanno messo da parte il loro amore per l’erba e ci hanno mostrato il loro lato romantico.

Curiosità:

  • Gemitaiz non ha mai conseguito la patente;
  • Nel 2014 Gemitaiz è stato arrestato per possesso di sostanze stupefacenti. In quel periodo era molto in voga nel mondo rap l’hashtag #FreeGemitaiz
  • Appena uscito l’album Kepler, promise che se il disco fosse arrivato primo in classifica fimi lui si sarebbe rasato la testa… Così fece.

Cerca i tuoi articoli

Ultime uscite

Articoli correlati

I più letti